Viaggi

Partiamo! Ma scegliendo l’albergo giusto

{CAPTION}

 

 

Che siate in gruppo, in coppia o da soli, l’aspetto fondamentale del viaggio che vi appresterete a fare è il luogo dove alloggerete e non solo: è importante che questo sia gestito a regola d’arte, sia che si tratti di un semplice bed and breakfast, sia che si tratti di un hotel 5 stelle.

Tutti ci aspettiamo e speriamo sempre di trovare l’hotel e l’albergatore “perfetto”, così come ogni gestore di hotel fa in modo che lo staff sia sempre pronto a rispondere alle esigenze della clientela.

Internet è ormai un serbatoio di spunti da cui possiamo attingere e l’albergatore stesso può, tramite ricerche online, capire cosa più attrae i turisti e, soprattutto, quali sono le tariffe che più possono attirare clientela. Tutte le recensioni che si trovano online aiutano a comprendere come migliorarsi o, viceversa, come le cose funzionino: è ovvio che se le recensioni di una struttura sono positive, un prezzo alto sarà giustificato. È, quindi, fondamentale tenere sempre d’occhio le opinioni della clientela.

Il canale online è decisamente fondamentale: quasi nessuno ormai prenota una camera direttamente sul posto, quindi bisogna attrezzarsi per avere un proprio sito e fare in modo che sia ben curato, originale, visualizzabile sia da pc che da dispositivi quali tablet e smartphone, ricco di contenuti e dettagli che attraggano gli utenti, ecc.

Ovviamente, questo da solo non basta. Gestire una struttura alberghiera da dietro uno schermo è troppo facile. Una volta ricevuti i clienti sul posto, è opportuno cercare di creare con loro una grande empatia, farli sentire ospiti e, allo stesso tempo, a proprio agio come se fossero a casa. Saper creare relazioni, coinvolgere e sorprendere la clientela sono, infatti aspetti da non sottovalutare. Quante volte abbiamo gradito la disponibilità totale da parte di un albergatore quando, con pazienza e mappa della città alla mano, ci ha spiegato passo passo cosa vedere e come raggiungerlo, le linee del bus da prendere, gli orari delle ultime corse della metro, i ristoranti migliori, ecc?

Un buon albergatore deve anche essere disposto ad allargare i propri orizzonti perché possono arrivare dei turisti stranieri: deve, quindi, possedere del materiale informativo multilingue, un sito internet che sia anche in inglese e assumere del personale che sappia parlare almeno questa lingua.

Inoltre, cosa che non capita di frequente, deve essere anche pronto ad accogliere quelli che sono i viaggiatori in gruppo: organizzare degli spostamenti con una navetta ad hoc, prevedere sconti o agevolazioni. Se si sceglie di organizzare un viaggio del genere nella Capitale, ad esempio, è importante che vi siano degli hotel per gruppi a Roma.

Quindi, cari albergatori, non smettete mai di migliorarvi e, viaggiatori, godetevi tutto ciò che le strutture vi offrono.